Italian (IT)

La stampa 3D rappresenta la naturale evoluzione della stampa 2D e permette di avere una riproduzione reale di un modello 3D realizzato con un software di modellazione 3D. Per fare la stampa 3D sono disponibili numerose tecnologie concorrenti. Le loro differenze principali riguardano il modo in cui sono costruiti gli strati per creare le parti.

Forse il nostro cervello non è così potente come pensiamo sia.
Quando pensiamo ad un'oggetto diciamo: me lo ricordo perfettamente.
Se poi cerchiamo di disegnarlo però ci accorgiamo che questa è solo una sensazione, perché i particolari non li ricordiamo. A volte neppure le proporzioni.
In effetti la dote del grafico non è tanto quella di saper disegnare bene, ma piuttosto quella di saper osservare bene. Se infatti abbiamo guardato e non visto sufficienti informazioni non saremo mai in grado di riprodurre quanto visto.

Ancora una volta dimostriamo di aver plasmato i calcolatori come la nostra mente.
Come i motori di ricerca nel web posseggono un'infinità di informazioni ma ognuna può essere portata all'attenzione solo digitando le keywords giuste, così la nostra mente ricorda quasi tutto, ma solo il giusto stimolo riporta alla mente ricordi altrimenti creduti perduti.

La differenza tra un lavoratore per passione e uno per necessità? A dire il vero molto poca; un accento e l'ordine di due parole, infatti:

il lavoro è la vita privata il lavoro e la vita privata

sono dipendente dal lavoro lavoro da dipendente

Impastare 250gr di farina 00, 80gr di olio, 120gr di acqua, 1/2 bustina di lievito per torte salate, un poco di sale fino.

Dare la forma dei grissini e spolverare con un poco di sale in grani grossi. Mettere in forno a 180°C per 30 minuti.

Impastare 400g di farina, 4 uova, 1 cucchiaio d'olio e 1 pizzico di sale.

Stendere e tagliare secondo la forma voluta.

Cuocere in acqua salata finché non viene a galla.

Far sciogliere 25g di lievito di birra in cubetto in 1/4 bicchiere di acqua tiepida. Aggiungere ½ bicchiere d'olio di oliva, un cucchiaino di sale fino e 500g di farina. Impastare aggiungendo latte se necessario per ammorbidire.

Lasciar lievitare al caldo (20-25°) lievitare 3 ore. Stendere, farcire e cuocere in forno a 240°C, aggiungendo un filo d'olio.

A noi che vorremmo vivere solo di informatica, di web e programmazione, dobbiamo ricordare che non si vive di solo computer. Mens sana in corpore sano dicevano gli antichi. Memore di tale ammonimento non potevo trascurare un angolo dedicato a uno dei piaceri della vita: il gusto della buona tavola.

Siamo tutti tecnici lo so, ma una volta usciti dai nostri ced a tarda ora dobbiamo pur mettere qualcosa sotto ai denti. Perché allora non mettere qualcosa di semplice ma buono?

Buon appetito a tutti.

Page 1 of 2


© 2017 Bruno Tessaro. My life in the web. All right reserved.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.