English (UK)

Sono ormai molti anni che ho riposto nel cassetto resistenze e saldatore, per dedicarmi ad altro. Qualche volta però, ritornano le cose che non immagini.

Tutti oggi conoscono la board di sviluppo Arduino, e anche io ho deciso di provare cosa fosse in concreto.
Per iniziare, ho scelto un bot semplice che mi permettesse di valutare le potenzialità del chip ATMega328, il cuore di Arduino.
Ho cercato in internet un kit economico che potesse andare bene.
Ho trovato un “Ultrasonic Smart Robot Car Kits For Arduino”.

Da BackBlaze, una società che fornisce servizi cloud di backup online, un progetto per la realizzazione di un'unità di storage da ben 67TeraByte al costo di circa 8.000$: BackBlaze Storage Pods.
Considerando il costo medio di una tale capacità impiegando hardware dedicato è sicuramente un progetto notevole, anche se è da tener presente che essi possono usare tale hardware poco performante dato l'uso che ne viene fatto. Difficilmente riuscirebbe infatti a reggere la banda in I/O richiesta alle normali unità SAN dei data center.
Certo che in questi tempi di crisi per necessità di stoccaggio dati non mission critical un pensiero lo si può certamente fare...
From BackBlaze, a company that provides cloud online backup services, a project for the realization of a storage unit to 67TeraByte, that cost about $ 8000: BackBlaze Storage Pods.
Considering the average cost of this capacity using dedicated hardware is definitely a great project, although it should be borne in mind that they can use this hardware with poorly performance due to the use made of it. It's very difficult to hold the band request in I/O to the standard SAN unit on a data centers.
Certainly in these times of crisis, for storing not critical data this solution is a thought you can certainly do...

La realizzazione di un robot amatoriale non è sempre di facile esecuzione. Io ho cominciato ad interessarmi seriamente al progetto solo qualche mese fa. Da buon profano, ho vagliato molte soluzioni senza dar nulla per scontato. Ho cercato di trovare una soluzione che oltre ad essere performante, fosse il più economica possibile essendo agli inizi. Ho iniziato cercando in internet informazioni su un robot venduto in kit di montaggio: Robonova I. Sono quindi capitato nel sito www.robot-italy.com e da lì mi si è aperto un mondo. Il kit è decisamente troppo costoso, e quindi ho cercato la componentistica per il fai da te. Relativamente agli attuatori, girando per il web pare che Hitec produca i migliori servo motori in circolazione a livello hobbistico. E anche il costo non è eccessivo. Riguardo i sensori, ho notato che gli IR sono inutilizzabili all'esterno perché la luce solare interferisce. Non sono applicabili per il mio progetto di partenza. Rimangono quindi gli ultrasuoni. Sensori di contatto molto semplici sono infine gli interruttori. Servono infine webcam per la visione, microfono e altoparlanti per l'audio.


© 2017 Bruno Tessaro. My life in the web. All right reserved.