English (UK)

In Windows 7 ma anche in Windows 10, può succedere che improvvisamente si acceda al computer con un profilo temporaneo.
Questo accade quando Windows incontra qualche anomalia nelle configurazioni del profilo utente.
Spesso il sistema è in grado di correggere da solo il problema e basta riavviare il computer per accedere normalmente; può succedere però che non riesca più a recuperare il profilo orginale corretto.
In questo caso possiamo agire manualmente dall'Editor di registro.

Quando è necessario creare un collegamento simbolico verso una unità di rete come fosse un cartella locale al computer, ad esempio accedere a \\Server\Folder come C:\Folder, si può procedere creando un collegamento simbolico da prompt dei comandi con questa riga:

mklink /d C:\Folder \\Server\Folder

Possiamo forzare il login automatico all'avvio di Windows lavorando sul Registro, anche se il pc è in un dominio.
Da prompt dei comandi, possiamo digitare i seguenti comandi:

reg add "HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon" /v AutoAdminLogon /t REG_SZ /d "1" /f
reg add "HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon" /v DefaultDomainName /t REG_SZ /d "DominioONomeComputer" /f
reg add "HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon" /v DefaultUserName /t REG_SZ /d "NomeUtente" /f
reg add "HKLM\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon" /v DefaultPassword /t REG_SZ /d "MiaPassword" /f
    

Abbiamo la necessità di copiare da una cartella ad un'altra solamente i file creati o modificati dopo una certa data.
Si può utilizzare una procedura da riga di comando.
Se ad esempio vogliamo copiare dalla cartella C:\MyFiles alla cartella C:\RecentFiles tutti i file modificati dopo il 1 dicembre 2013 scriviamo:

xcopy C:\MyFiles\. C:\RecentFiles\. /c/e/f/i/v/d:12-01-13
    

Capita di dover migrare il contenuto di una istanza Ms SQL da un server all'altro.
Spesso non conosciamo le credenziali dei singoli database da migrare.
A volte è necessario creare un secondo server, in linea assieme all'originale, e cambiare all'ultimo minuto il nome del server e dell'istanza per renderla identica al precedente.
Mediante alcuni script è possibile realizzare facilmente tutto questo.

Se scopri che la cartella WinSxS della tua installazione Windows occupa molto spazio senza un motivo preciso, e stai utilizzando Windows 7, potresti liberare un bel po' di spazio facendo manutenzione alla cartella con questo comando, lanciato da prompt dei comandi:

DISM /online /Cleanup-Image /SpSuperseded

Pagina 1 di 7


© 2017 Bruno Tessaro. My life in the web. All right reserved.